.
Annunci online

PDN
Pratiche Del Nulla Café
 
 
SOCIETA'
26 giugno 2007
Quell’accidentiallui fujtevenne
 Mettendo da parte i sogni non sognati mai, vi parlo di quelli che non avrei mai voluto sognare.

 

Il sogno di una città che vivo e che sembra non esistere più, se non nei sogni di chi la vuole morta e di chi la vuole viva. Io la voglio viva e in salute altrimenti anche morta va bene. Essì..perchè sembra che per tenere in vita questa città debba morire io. Morire di caldo puzza e mosche non è quel si dice una morte augurabile. Già che la morte, di per sé, non è augurabile mai e a nessuno. Ma una vita fetente, puzzolente, questa è augurabile?  Questa storia dell’immondizia che ci invade non è presa col giusto peso. Solo chi vive circondata da sacchetti sa questo cosa comporta. E comporta che sto vivendo male, che respiro aria malsana da mesi, che gli odori sono spariti, gli odori della cucina, quelli che ti avvisano che la pappa è quasi pronta, non superano la cucina, che l’odore del caffè si sente solo a 2 cm 2 dalla caffettiera, che quando la puzza non la sento, tremm’, perché credo di esserne assuefatta, che mi fa schifo questa casa piena di mosche e questo paese piccolo e ingombrato, e che i balconi non sono più praticabili, che la mia stanza affaccia su di una discarica e la mia cucina anche, e anche il salone…Una volta alla settimana arriva il camion dell’immondizia e se ne va con un nulla di fatto, perché siamo così pieni che è impossibile raccoglierla tutta… il 70% dello schifo resta e tempo un giorno si ritorna al 100%. Diverso fu quando il sig. Rutelli venne a graziarci di parole, ospite di una palestra che è qui di fronte casa mia. In quell’occasione scomparve dalla mia vista e dal mio olfatto il 100% del rifiutato. Dov’è finito? E come mai quest’ avvenimento da allora non si è più verificato? Inutile precisarvi che sparì solo l’immondizia che occupava l’ingresso della palestra, quella che riposa sotto il balcone della mia stanza, nascosta alla vista dell’onorevole,  non fu neanche deodorata.  Fortunata mi ritengo a saper riconoscere in questa puzza perpetua, una puzza che non è quella della mia città, ma i bambini? I bambini cresceranno credendo che questo sia l’odore della loro città, dell’estate, della strada, della domenica mattina, dei primi fiori, dei primi freddi, dell’ aria …

Questo comporta quell’accidentiallui fujtevenne che mi perseguita, che ci perseguita, e che in certi giorni sembra essere l’unica strada pulita!

N.B.
In diretta dal blog di Malvino, zona commenti, potrete assistere alla pietosa performance del temerario FORZA VESUVIO.




permalink | inviato da bp il 26/6/2007 alle 14:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
       luglio
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte